Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Secret Rooms.    Rob. Fen.  2007-04-08  arte  esposizioni  Stasi. Secret Rooms. Daniel e Geo Fuchs Virreina Exposicions Palau de la Virreina Bcn Dal 29 marzo al 1º luglio 2007. All?inizio del 2004 i fotografi Daniel e Geo Fuchs furono invitati a Berlino dalla Fondazione Starke per lavorare a nuovi progetti e fu allora che entrarono per la prima volta nella sede del Ministero per la Sicurezza dello Stato (Stasi) dell?estinta RDA: gli uffici, le prigioni preventive, gli archivi e i bunker. Dopo la caduta del Muro nel 1989 e la riunificazione tedesca nel 1990, la Stasi è stata smantellata, come molte altre istituzioni del regime socialista e oggi, 15 anni dopo, alcuni di questi luoghi sono ancora intatti e danno l?impressione che il tempo si sia fermato. Daniel e Geo Fuchs hanno trovato i luoghi dove sono ancora visibili i segni e i simboli di una persecuzione e una repressione implacabili e svelano il funzionamento interno dei meccanismi di quel sistema - una miscellanea di architettura, potere e impotenza -con immagini inedite. Nel progetto i due artisti seguono un procedimento che mette a fuoco tutti i luoghi da una stessa prospettiva. Ne risultano fotografie di una fermezza e di una franchezza quasi brutali: monitor di vigilanza spenti in una sala di controllo o l?ufficio di un addetto alla sorveglianza penitenziaria di Hohenschönhausen con le pareti in tappezzeria floreale. Foto che illustrano la freddezza del sistema come quella del lungo corridoio del centro penitenziario con le sale di interrogatorio da ambo i lati. Il Ministero per la Sicurezza dello Stato (Stasi) fu fondato nel 1950 nella Repubblica Democratica Tedesca. Fu il servizio di spionaggio interno ed estero e organo di istruzione per delitti politici; ma soprattutto fu un apparato di repressione e sorveglianza del partito al governo, il Partito Socialista Unificato di Germania, contro i cittadini della RDA critici nei confronti del sistema. Ben 90.000 furono gli addetti della Stasi e più di 170.000 furono i collaboratori non ufficiali, su una popolazione di circa 16 milioni di abitanti, quanti ne contava l?estinta RDA.