Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Zoran Music    Web Ajuntament Bcn  2008-02-26  arte  esposizioni  "Zoran Music (1909-2005): De Dachau a Venècia"
Fundació Caixa Catalunya
Casa Milà - La Pedrera
Pg Gràcia, 92
Curatore: Jean Clair.
Dal 26 febbraio al 18 maggio 2008.

Zoran Music (Gorizia 1909 ? Venezia 2005), pittore sloveno praticamente sconosciuto in Spagna, è il protagonista della nuova esposizione che presenta, fino a metà maggio, la Fundació Caixa Catalunya presso l?emblematico edificio della Pedrera.
Si tratta della prima retrospettiva itinerante realizzata dopo la morte dell?artista, avvenuta tre anni fa e che raccoglie più di 130 opere, molte delle quali inedite, come ricorda il curatore della mostra, Jean Clair.
L?opera di Music è uno studio intenso sulla fragilità umana e va ricondotto a quel vuoto esistenziale particolarmente diffuso negli anni posteriori al secondo conflitto mondiale, causato dall?orrore della guerra e dalla scoperta dei campi di concentramento e sterminio. Lo stesso Music fu internato nel campo di Dachau, in cui lavorò presso l?amministrazione dell?unità di infermeria e con i pochi mezzi che aveva a disposizione, dipinse circa 200 opere ("No som els últims" /Non siamo gli ultimi) che rappresentano profonde riflessioni sulla tragedia umana, sulla deportazione e sulla violenza della guerra. Probabilmente la parte più nota della sua produzione artistica.
Dopo la liberazione Music si trasferì a Venezia dove visse a lungo. La città lagunare insieme ai pittori spagnoli El Greco e Goya, hanno avuto grande influenza sulla sua opera. Si ricorda infatti il soggiorno madrileno del pittore, dedicato allo studio delle opere di questi artisti al museo del Prado. Dipinti, olii e disegni in cui la figura umana assume un protagonismo sorprendente e che Music ritrae in modo magistrale.
Anche se negli anni ?50 Music fu attratto dalla pittura astratta, soprattutto nella serie di opere sulle terre dalmate, il pittore sloveno in seguito abbandonò tale tendenza e si è concentrato, nell?ultimo periodo della sua produzione artistica, su paesaggi (Siena, Umbria, Venezia) e autoritratti, simbolizzanti solitudine e meditazione.