Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Lezione Zero: Il marconista    Lourdes Ribas  2008-03-29  cultura  linguistica  Lezione Zero.

Presentiamo "Io facevo il marconista sul Titanic", testo scritto da Lourdes Ribas, studentessa dell?ultimo anno del corso di italiano dell?Istituto Italiano di Cultura di Barcellona.
Nel prossimo numero di www.bcn-it.com, presenteremo un secondo testo, anche questo selezionato tra i molti scritti nell?ultimo quadrimestre e riportato sul blog: www.lezionezero.splinder.com.

Paolo Gravela.


Io facevo il marconista sul Titanic.

Ho viaggiato molto nella mia vita. Ho attraversato mari ed oceani, da nord a sud. Dall?America all?Europa, dall?Africa all?Asia conosco quasi tutti i porti ed ho visitato le grandi città di notte, quando c?è vita. Per vent?anni ho fatto il marconista su grandi navi che imbarcavano gente, povera o ricca, ma tutti con lo stesso sogno, con la stessa speranza: andarsene lontanissimo per cominciare una nuova vita. Nessuno sapeva che ciò è impossibile. Per fortuna l?ho imparato da giovane. Era il 1912 e facevo il marconista. Ho dovuto fare i bagagli di corsa perché mi avevano detto il giorno prima di partire da Londra che il mio collega marconista si era ammalato. Prima di imbarcarmi su quella nave, di cui si diceva che era la più grande, la più forte, la più coraggiosa del mondo ?ed anche la più arrogante, secondo me? avevo detto a mia moglie che non mi piaceva. Titanic si chiamava. Tutti la trovavano bellissima ma per me era volgare. Ho sempre preferito le navi ?come le donne? più discrete, più sobrie, più eleganti, ma con quell?eleganza e quella bellezza che si scopre piano piano e che non tutti possono vedere, soprattutto coloro che si lasciano abbagliare da ?false luci?, come diceva il signor Vogel.

Il signor Vogel l?ho conosciuto a bordo. Lui faceva il medico ma era un filosofo. Gli piaceva fumare un sigaro ogni notte, mentre guardava la luna ed il mare, e chiacchierare con me, che lo ascoltavo e non dicevo niente. Infatti non potevo dire niente perché non lo capivo bene. Ho soltanto capito una cosa e questa l?ho capita dopo: nessuno può cambiare il suo destino sebbene se ne vada lontanissimo. Prima di imbarcarsi il signor Vogel si era innamorato. Lei era una brava ragazza di Amburgo ma ?accidenti!? suo non aveva intenzione di sposare sua figlia con un medico.
Il signor Vogel era come quel ragazzo di terza classe, quell?irlandese che credeva di poter ingannare la propria fortuna. E lei, la ragazza di prima classe con il cappello più ridicolo del mondo, era davvero bella, un angelo, con quella voce dolcissima che pareva sfiorare l?aria. Loro si baciavano sotto la luna e sembrava che le fiorisse un sbocciasse un sorriso sul viso d?argento. Perfino io ho pensato per un attimo che forse si sarebbe potuto ingannare il destino. Ma l?iceberg ha fatto un bel lavoro. Il signor Vogel ed il ragazzo irlandese sono morti. E io, il marconista, mi sono salvato e nonostante i piedi congelati ho fatto il marconista per altri dieci anni.

Lourdes Ribas