Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Els vint-i-quatre graons    Web Fundació Joan Miró  2008-10-04  arte  esposizioni  Els vint-i-quatre graons de Miró
(I ventiquattro scalini)
Avui no aspiro a res
(Oggi non aspiro a nulla)
Juan López
Fundació Joan Miró Bcn
Curatore: Jorge Díez
Dal 3 ottobre al 16 novembre 2008.

La Fundació Joan Miro accoglie l'esposizione "Els vint-i-quatre graons" (I ventiquattro scalini), un omaggio a Joan Miró nel 25º anniversario della morte.
È composta da un ciclo di cinque progetti realizzati da Juan López, Diana Larrea, Javier Arce, Abi Lazkoz e Raúl Belinchón. Artisti che hanno concepito le proprie opere prendendo spunto dalle fonti documentali dell?archivio della Fondazione.
Juan López (Alto Maliaño, 1979) costruisce abitualmente le sue opere con segnali, immagini e messaggi e interviene in spazi urbani e espositivi.
Altera gli spazi sovrapponendo strumenti e risorse con cui la pubblicità innonda le città: immagini, testi, fotografie, cartelli, segnali e graffiti. Juan López lavora con vari strumenti artistici: disegno, forma, colore, composizione e collage, con cui scuote e sorprende il pubblico su temi quali il consumismo e la pubblicità.
Per l'esposizione dell?Espai 13, Juan López presenta due opere: "Numerosis" e "Avui no aspiro a res". "Numerosis" è la documentazione video del riflesso che l?orologio luminoso di una farmacia sotto casa dell?artista proietta sul vetro della finestra durante 24 ore. In "Avui no aspiro a res", l'artista prende spunto dall?interesse di Joan Miró per il lavoro con tecniche e materiali nuovi, si tratta di un?istallazione che presenta un collage d?immagini in video con disegni realizzati su nastro isolante.
Protagonisti dell?istallazione sono i "traceurs", come vengono chiamati coloro che praticano il "parkour", disciplina sportiva che consiste nello spostarsi in ambiente urbano e/o rurale superando ostacoli di vario genere nel modo più abile possibile e potendo ricorrere solo alle risorse del fisico umano.