Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Joan Rabascall    RF Web Macba Bcn  2009-03-09  arte  esposizioni  Rabascall. Producció 1964-1982
Curatore: Bartomeu Marí
Macba Bcn
Fino al 19 aprile 2009

L'esposizione di Joan Rabascall (Barcelona, 1935), che organizza il Museu d'Art Contemporani de Barcelona, si concentra sulle opere realizzate dall?artista dagli anni ?60 ai primi anni ?80, momento in cui l?impiego e la manipolazione delle immagini provenienti dalla comunicazione costruisce un discorso apertamente critico sui meccanismi, i messaggi e i topici che questi mezzi impongono. Il lavoro di Joan Rabascall si situa al centro di una visione "perversa" e affilata della critica dell?oggetto e del consumo che si sviluppa in Europa, in contrapposizione al fascino per il prodotto caratteristico del pop-statunitense. Rabascall vive a Parigi dal 1961 e visita spesso Londra e Amsterdam, dove conosce i critici e teorici Lawrence Alloway ? che conia il termine "pop art" nel 1958 ? e Pierre Restany, padre intellettuale dei Nouveaux Réalistes francesi. Rabascall entra in contatto quindi con le avanguardie del suo tempo, l'Independent Group in Inghilterra e i Nouveaux Réalistes in Francia, che recuperano tecniche di rappresentazione e posizioni estetiche ed etiche vicine al dadaismo berlinese. Rabascall ci parla di una cultura dell?immagine stampata sulle riviste e diffusa dai mezzi di comunicazione di massa, che ben presto lascerà il passo all?immagine in movimento e alla televisione. La critica sociale legata a posizioni politiche di denuncia e rivolta portano Rabascall ad esplorare la dipendenza della cultura rispetto all?economia, la moda e la politica per sviluppare, negli anni ?70, una riflessione sulla costruzione della storia e sull?oppressione culturale e politica del franchismo.
Joan Rabascall ha lavorato in collaborazione con artisti quali Benet Rossell, Jaume Xifra i Miralda alla realizzazione dei "rituals" a Parigi (1969 e 1970). Prossimo agli artisti del gruppo d?arte sociologica a metà degli anni ?70, se n?è presto distanziato per continuare una pratica individuale e coerente tra tecnica e contenuto, discorso e atteggiamento, di fronte alla crescente commercializzazione e mediatizzazione dell'oggetto artistico dei primi anni ?80. L'esposizione "Rabascall. Producció 1964-1982" s?articola intorno a composizioni (serie) in cui Rabascall analizza la problematica dell?immagine e della sua trasmissione. Tra il 1964 e il 1968 realizza una serie di collages partendo da immagini tratte da mezzi di informazione su carta stampata, con un forte contenuto critico rispetto all?induzione al consumo ("Mass Media", 1967); agli stereotipi dell?immagine della donna come oggetto sessuale ("Obsession", 1964, o "La Super-Femme", 1967); alla crescente militarizzazione e violenza della società con la rappresentazione di armi e bombe atomiche ("La Bombe", 1966; "Atomic Kiss", 1968); al modello di vida statunitense come paradigma del benessere sociale ("American way of..." , 1970) e alla progressiva informatizzazione del potere ("Ibm", 1967).