Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
Concerto di Vinicio Capossela al Festival Grec 09    Roberto Fenocchio  2009-07-14  musica  concerti  Concerto di Vinicio Capossela
Nell?ambito del "Solo Tour 2009"
Festival Grec 09 Bcn
Teatre Grec
Martedì 7 luglio 09

Terzo appuntamento barcellonese con Vinicio Capossela.
Dopo il concerto alla Sala Bikini del novembre 2006 e quello in Plaça del Rei del luglio 2007 (sempre nell?ambito del Festival Grec di Bcn), Vinicio si è esibito con la sua band al Teatre Grec di Montjuïc. Serata afosa, rotta a tratti da una brezza marina che man mano si è fatta sempre più gradevole.
Lo spettacolo, come ci ha anticipato Vinicio nell?intervista, è diviso in 2 parti. La prima, in cui si presentano le canzoni dell?ultimo cd "Da solo", è una riduzione a concerto dello spettacolo teatrale che nell?inverno ha girato per alcuni dei più importanti teatri italiani e che ricrea uno show americano degli anni ?30: popolato da Giganti e maghi (Cristopher Wonder), Meduse ed altre creature. Sul palco otto grandi cartelloni li ripropongono con illustrazioni in stile d?epoca.
Si inizia con "Il gigante e il mago" ridondante e fieristico brano che vede la partecipazione in scena di Marco Cervett, nei panni del gigante. Quello del mago è a pannaggio di Vinicio che si dimena dietro un magnifico esemplare organo Mighty Wurlizter, spettacolare. Dopo un breve monologo in castigliano, Vinicio passa alla sognate "Una giornata perfetta" e quindi alla tenerissima "Il paradiso dei calzini", avvicendandosi con Vincenzo Vasi al piano giocattolo e ad altri strumenti effimeri.
Il numeroso pubblico, composto in prevalenza da italiani, ma con la presenza di molti catalani, sembra gradire lo show particolarmente spettacolare visto che il palcoscenico, circondato dalla roccia e dagli alberi, si presta perfettamente ai numerosi travestimenti di Vinicio, che passa costantemente dal piano all?organo o alla chitarra.
Dopo "L?altra parte della sera", come ha anticipato nell?intervista, ci offre due rancheras, una ribattezzata "La strada che porta a me", l?aveva già proposta nel concerto di Plaça Reial del 2007. Quindi un intermezzo di circa dieci minuti e con "Marajà" inizia la seconda parte del concerto in cui Vinicio presenta alcuni dei suoi cavalli di battaglia. Si snocciolano "Cha cha cha della Medusa", che canta con una maschera, "Canzoni a manovella!, la sempre coinvolgente "Che cossè l?amor", altre due rancheras. Si passa quindi all'intensa "Brucia Troia", con Vinicio-Minotauro in scena e poi a "Il ballo di San Vito", con uno splendido assolo di chitarra di Alessandro "Asso" Stefana e dopo una struggente versione di "Pena del alma", in regalo una delle prime canzoni, una commovente versione di "Primo amore", a dir poco eccelsa, forriera di ricordi per più di uno spettatore.
Nel finale due perle: un brano folk dell?Irpinia, la zona della Campania da dove proviene Vito, il padre del cantautore e una splendida versione, tradotta da Vinicio in italiano di "Canción de las simples cosas" (Canzone delle semplici cose) di Chavela Vargas, citata anche nell?intervista. Su questo brano si spegne il concerto. Il pubblico lancia il suo ultimo intenso e lungo applauso ad uno degli artisti italiani più prestigiosi.

La band:
Vinicio Capossela: piano, chitarre, organo Mighty Wurlizter, organo Farfisa e voce
Zeno De Rossi: percussioni e tamburo
Mauro Ottolini: trombone e strumenti giocattolo
Alessandro "Asso" Stefana: chitarre, banjo, violino e arpa
Achille Succi: sax, clarinetto e clarinetto basso
Vincenzo Vasi: theremin, vibrafono, marimba, samplers e piano giocattolo
Glauco Zuppiroli: basso e ukelele

Il Gigante: Marco Cervett
Fotografia: Elettra Malleby
Produzione esecutiva: Posto Nove