Se vuoi collaborare con noi scrivi a info@bcn-it.com

Si vols col·laborar amb nosaltres escriu a info@bcn-it.com

Si quieres colaborar con nosotros escribe a info@bcn-it.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bcn-it ( Barcellona)

BCN-IT.COM
Rivista virtuale e multimediale.
Pagina web di servizi e informazioni su Barcellona
e la Catalogna in italiano, catalano e castigliano.
Sito di comunicazione culturale tra Barcellona e l’Italia.


BCN-IT.COM
Revista virtual i multimedial.
Web de serveïs e informacions sobre Barcelona
i Catalunya en italià, català i castellà.
Web de comunició cultural entre Itàlia i Barcelona.


BCN-IT.COM
Revista virtual y multimedial.
Web de servicios e informaciones sobre Barcelona
y Cataluña en italiano, catalán y castellano.
Sito web de comunicación entre Italia y Barcelona.


Possibilità di ascoltare

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programma radiofonico in lingua italiana che trasmette
da RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.

Possibilitat de escoltar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de ràdio en llengua italiana que trasmet
de RÀDIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcelona.

Posibilidad de escuchar

ZIBALDONE

In italiano non solo per italiani
Programa de radio en lengua italiana que emite
de RADIO CONTRABANDA ( 91.4 FM ) Barcellona.


Que es

Revista multimedia contemporánea en estilo italiano de Barcelona,

que quiere revelar al público local e internacional las tendencias culturales de Barcelona con una particular atención por la evolución de las costumbres y del lenguaje.
Al mismo tempo bcn-it se propone como punto de encuentro para los italianos y los italianófilos, para los enamorados de Barcelona y de Cataluña, para todo tipo de persona o institución interesada en la cultura mediterranea y latina.


Come si fa
La gestione contemporanea di svariate collaborazioni editoriali provenienti da località a volte lontane da Barcellona, unita alla complessità della comunicazione multimedia, multipiattaforma e multilingua, ha comportato la necessità di creare una redazione facilmente raggiungibile e gestibile da chiunque, ovunque si trovi.
È stata così realizzata una piattaforma informatica, raggiungibile via Internet, dotata delle seguenti caratteristiche:

www.bcn-it.com

Links:

Creación del portal:

www.cyberblue.com.mx

www.multimediaal.com

Agradecimientos:

contrabanda
cyberblue
dejate los pelos
Lino Graz
jessica braun
macarena club
lesya starr
ximena labra
aticas
me saca granos
creacions
1C1A
Sushi Kato

Sushi Kato

 

Titulos presentados en la revista:
(titoli presentati nella rivista)

titulo
(titolo)
subtitulo
(sottotitolo)
autor
(autore)
fecha
(data)
categoría
(categoria)
subcategoría
(sottocategoria)
texto
(testo)
BarnaSants 2010    Roberto Fenocchio  2010-02-25  musica  concerti  Barnasants
XVº Festival de la Cançó
Dal 15 gennaio al 28 marzo 2010
Concerto Roberto Vecchioni
Sala Luz de Gas Barcelona
Giovedì 11 febbraio 2010.

Barnasants è la manifestazione che da vari anni porta avanti il discorso della canzone d?autore in Catalogna e ai Paisos Valencians.
L?edizione 2010 è senza dubbio la più importante degli ultimi anni, sia per numero partecipanti, che per durata del festival, che termina a fine marzo. Oltre agli esponenti della cançó catalana (tra cui Joan Isaac, Cesk Freixas, Quimi Portet, Gerard Quintana, Toti Soler) e della canzone d?autore in castigliano (tra cui Victor Manuel, Luís Eduardo Aute, Pedro Guerra), si sono esibiti anche cantautori sud americani ed europei.
Ospiti di riguardo il Club Tenco e la canzone d?autore italiana, ben tre infatti sono state le proposte: la giovane ma già affermata Maria Pierantoni Guia, Gian Maria Testa e Roberto Vecchioni. L?edizione di quest?anno ha infatti stretto ulteriormente i vincoli fra il Club Tenco, che dopo oltre trent?anni di attività è la manifestazione europea più importante del settore e Barnasants.
Fin dagli ?70 il Club Tenco ha presentato i grandi nomi della Cançó catalana e Joan Manel Serrat, Lluís Llach, María del Mar Bonet, Quico Pi de la Serra, Joan Isaac, sono stati più volte ospiti a San Remo; c'è quindi un solido e affettuoso rapporto tra le due manifestazioni. In particolare BarnaSants guarda al Club Tenco come esempio da seguire nella presentazione e diffusione della musica d'autore a livello europeo.
Nell'edizione di quest'anno infatti BarnaSants ha assegnato al Club Tenco il Premio per l'intensa attività di divulgazione culturale e a Roberto Vecchioni è stato assegnato il Premio alla carriera di cantautore significativo della canzone d?autore italiana.
I concerti di Maria Pierantoni Guia, Gian Maria Testa e Roberto Vecchioni hanno concentrato alla Sala Luz de Gas di Bcn un pubblico selezionato e attento, parecchi gli italiani, ma erano presenti anche gli addetti ai lavori dei vari media di Bcn, tra cui TV3 e Barcelona TV.
Gian Maria Testa ha creato un'atmosfera intima e delicata con le sue canzoni più note e ha presentato il suo ultimo lavoro "Solo - dal vivo", confermando la sua verve di delizioso narratore di sogni.
Il piatto forte della partecipazione italiana era però Roberto Vecchioni, il cui concerto, come ha anticipato nella conferenza stampa, è stato un baule pieno di sorprese: la prima, la presenza di Patrizio Fariselli al piano che ha iniziato la serata con un pezzo targato Lennon Mc Cartney in chiave jazz, delizioso, al contrabbasso Paolo Dalla Porta in spolvero. Appare Vecchioni che ringrazia gli organizzatori di BarnaSants per il premio concessogli e introduce la prima canzone, imbraccia la chitarra ed è protagonista di un clamoroso capitombolo, come abbattuto da un jeb (in linguaggio pugilistico sta per gancio, n.d.r.) immaginario che ha visto e incassato solo lui.
Cercava il plettro, dal pubblico gli urlano che dev?essere caduto nei pressi del leggio e all?abbassar il melone, come direbbe Diego A., è arrivato il jeb. K.O. tecnico prima di iniziare, un vero portento di clownesca simpatia, anche se nettamente fuori programma. È andato a gambe levate, come si suol dire e io temevo che riazaldosi avrebbe cozzato, sempre col melone, sul piano di Fariselli: fortunatamente l?ha schivato. Ma è tornato su con un brio da trentenne e ha cominciato a proporre le sue cartoline con assoluto mestiere. Un po? giggione, come solo chi si sente fra amici ama essere. Ma tenero, molto tenero. In circa 2 ore di concerto ha mantenuto le sorprese promesse, infilando in scaletta veramente un po? di tutto: dall?inizio blues, ben condotto da Fariselli, alle letture poetiche teneramente personalizzate di Orazio, Marc?Aurelio e Pessoa, ai commenti sempre molto appassionati che spesso sfociano in digressioni aneddotiche di introduzione alle canzoni.
Di veri classici soltanto un paio: una ancora coinvolgente Figlia, una deliziosa Viola d?inverno e al termine Samarcanda, in versione un po? western, da dopo Tenco, per intenderci. Io attendevo anche Velasquez, ma probabilmente non era serata.
È pure riuscito a proporre un canto della poetessa Saffo in greco antico e la presenza di Fariselli ha fatto ricordare a più d?uno/a l?ombra feconda ma ahimè lontana di Demetrio Stratos.
Grazie Roberto.